fondi e raccolte - Giorgio Sommer
     
Scene di costume
1870-1880
Scene di costume
1870-1880
Scene di costume
1870-1880
     
     
Lo scrivano
1886 ca.
Palazzo Donn' Anna
1870 ca.
Eruzione Vesuvio
26 aprile 1872
     
     
Rovine di Massa al Vesuvio
1872-1873
Anfiteatro di Pompei
1867 ca.
Pompei
1865 ca.
     

 

Nato a Francoforte sul Meno il 2 settembre 1834, Giorgio Sommer inizi\F2, appena ventenne, a praticare a livello professionale l'arte della fotografia, diventando uno dei maggiori protagonisti in questo campo. Svolse il suo apprendistato presso la ditta Andreas & figli di Francoforte, ma poco si sa dei suoi esordi.
Risale al 1880-1890, l'incarico affidatogli dalla Confederazione Elvetica di documentare la configurazione orografica del paese svizzero, in previsione dell'apertura di nuove strade ferrate.
La sua carriera prosegu\EC in Italia nel 1857, prima a Roma poi a Napoli dove rest\F2 stabilmente sino alla sua morte. Qui, la fama fu tale da indurlo ad aprire ben quattro ateliers fotografici nelle zone commercialmente privilegiate di Napoli, come via Chiaia n.168, via Monte di Dio n.4 e n.8 ed infine piazza della Vittoria. Nel 1860 si un\EC in societ\E0 con il fotografo Edmondo Behles (legame scisso nel 1867) e l'uno a Napoli, l'altro a Roma, in via Mario dei Fiori n.28, produssero incantevoli 'souvenirs' fotografici per i tanti viaggiatori dell'epoca.
L'arte di Sommer, pervasa da uno straordinario senso della composizione e fortemente sostenuta dalla tradizione incisoria del tempo, si presenta poliedrica nelle tematiche ritratte: dal reportage sociale alla grandezza eroica dell'arte antica. Numerose, infatti, le immagini di costume, di mestieri ambulanti e di abitudini di vita dei ceti popolari, in cui emerge la veste pittoresca di una vita quotidiana brulicante e chiassosa. Cos\EC come frequenti sono gli scatti aventi per oggetto i mutamenti urbani di Napoli, il cui Risanamento aveva portato a maturazione quelle contraddizioni gi\E0 emerse a partire dall'Unit\E0 d'Italia.
Altro tema ritratto fu l'eruzione del Vesuvio del 1872, documentato non solo nel suo aspetto pi\F9 spettacolare ma anche nelle sue conseguenze rovinose ed infine Sommer non si sottrasse all'interesse turistico, riflettendo nelle sue opere d'arte il mito della 'bella Italia', senza tralasciare le peculiarit\E0 tipiche del suo stile. L'Ottocento fu il secolo del Grand Tour !
Nobili e ricchi borghesi viaggiavano per lunghi periodi, compiendo tour cosmopoliti alla ricerca di storia, di arte e di istruzione. L'attenzione era rivolta principalmente all'Italia, paese del sole, del mare e dell' arte antica, ma cosa pi\F9 importante \85 ogni tappa andava obbligatoriamente commemorata !
Fu tale circostanza a spingere molti artisti e fotografi a trasferirsi nelle principali citt\E0 con l'intento di dare inizio a nuove attivit\E0 commerciali.
Nel caso di Sommer, attratto dalla grandezza eroica delle rovine antiche, le splendide immagini di Pompei e di Ercolano lasciano trasparire luoghi e tempi di un'Italia che non esiste pi\F9. I panorami assolati e le vedute di genere rivelano un passato dal sapore romantico e, al contempo, velato di nostalgia.
La sua attivit\E0 fotografica gli procura, infine, diversi riconoscimenti internazionali: nel 1865 ebbe in consegna una medaglia d'Oro da Vittorio Emanuele II; nel 1867 gli fu consegnata da Napoleone III, in occasione dell'Esposizione Universale di Parigi ed infine una onorificenza da Carlo del Wuerttemberg negli anni Settanta.
Attraverso la sua arte, Giorgio Sommer document\F2 i tesori di tante regioni, e fu uno dei primi fotografi ad ottenere un marchio, una casa editrice ed una fiorente vendita sul mercato. La sua ricca e brillante carriera si concluse a Napoli nel 1914, anno della sua morte.
Il fondo Sommer custodito nelle sale storiche dell'Archivio Parisio \E8 costituito complessivamente da oltre mille carte de visite per 173 soggetti diversi e da 47 positivi originali all'albumina incollata su cartoncino.

Stefania Gentile

 
   
archivio Parisio archivio Troncone fondi e raccolte Films Partenope Ab\E9niacar Esposito Sommer
I contenuti originali sono proprietà dell'Archivio Fotografico Parisio
Tutti i diritti riservati © Copyright 1919 - 2008 - Sito ottimizzato per IE 6.0 in risoluzione 1024 x 768